My personal brand – Dynamic identity

My personal brand – Dynamic identity

My personal branding – Dynamic identity

Descrizione progetto

Questo marchio è l’evoluzione del mio primo logo (monogramma).

 

 

 

 

Dopo un’attenta analisi, ho realizzato che era necessaria una trasformazione in quanto questo logo non mi rappresentava e non racchiudeva in sé alcun messaggio. Le due lettere esclusivamente identificavano le mie iniziali.

Prima di avventurarmi in qualsiasi ideazione, ho voluto pormi alcune domande:

Chi sono? Qual è il mio modo di rapportarmi con gli altri e con il mondo che mi circonda?
Come ragiono quando devo compiere delle azioni?
Quali sono i miei valori e le mie passioni?

Volevo creare qualcosa che mi rappresentasse, per come sono, per quel che desidero, che parlasse di me e delle mie aspirazioni.

Ho stilato una lista di parole che più mi identificano per prendere spunto e comprendere da dove partire:

  • Perseveranza – Passione – Tenacia – Volontà
  • Creatività
  • Studio – Analisi
  • Consapevolezza
  • Idee
  • Progetti
  • Realizzazione
  • Viaggi
  • Fotografia

Dopo questa prima fase di riflessione, analisi, studio e ricerca, è iniziata la fase di elaborazione, con lo sviluppo dei primi primi bozzetti.

Pitagora considerava l’esagono una forma geometrica composta da due triangoli incrociati, simbolo della creazione. Ho voluto inserire l’iniziale del mio nome “M” nella forma geometrica dell’esagono a simboleggiare me stesso in fase creativa.

Con il negative space ho realizzato la lettera M.

Euclide, nella sua opera “Elementi”, nel libro IV, proposizione 15, suggerisce come costruire un esagono regolare con riga e compasso: si ottiene un esagono inscritto in un cerchio e, prendendo spunto da questa costruzione, ho conferito all’esagono un senso di movimento; grazie ai lati non perfettamente allineati uno sull’altro, il movimento viene accentuato.

Ho diverse capacità, sempre nuove idee e progetti da sviluppare, la mia mente è sempre in movimento.

Per questo motivo ho scelto il Payoff: MIND IN MOVEMENT

Non è l’unico significato che gli si può attribuire uno tra i tanti che ho trovato davvero interessante è: Me Matching you (io che mi metto in contatto con te)

Project Details

Date 2017
Skills Branding

Personal branding di Matteo Piccolo, da cosa nasce questo marchio
Personal branding di Matteo Piccolo, bozzetti
Personal branding di Matteo Piccolo, costruzione del marchio, GoldenRatio, Fibonacci
Personal branding di Matteo Piccolo, marchio bianco e nero, scala di grigi
Personal branding di Matteo Piccolo, colore a tinta piatta
Personal branding di Matteo Piccolo, font istituzionale
Personal branding di Matteo Piccolo, marchio e payoff
Personal branding di Matteo Piccolo, identità dinamica
Personal branding di Matteo Piccolo, colori dell'identità dinamica
Personal branding di Matteo Piccolo, riduzioni
Citazione di Wayne Dyer. Quando cambi il modo di guardare le cose, le cose che guardi cambiano.
Wayne Dyer quote. If you change the way you look at things, the things you look at change.

ASSOCIAZIONE PER LE DONNE IMOLA – BRAND IDENTITY

ASSOCIAZIONE PER LE DONNE IMOLA – BRAND IDENTITY

ASSOCIAZIONE PER LE DONNE IMOLA – BRAND IDENTITY

Richiesta

L’Associazione di volontariato PerLeDonne di Imola richiede la creazione del proprio marchio istituzionale.

Tale logo è destinato a essere utilizzato come segno identificativo dell’associazione su tutti gli strumenti di comunicazione.

L’Associazione PerLeDonne nasce come polo culturale per svilupparepromuovere e diffondere le politiche di genere.

Scopo principale è lo sviluppo di una cultura femminile per il riconoscimento dei diritti delle donne e per contrastare tutte le discriminazioni.

Project Details

Client PerLeDonne Imola
Date 2015
Skills Branding

SCELTE GRAFICHE E PROGETTUALI

Per l’ideazione e la creazione del logo dell’Associazione di volontariato PerLeDonne ho voluto utilizzare elementi essenziali perché ritengo che possano più facilmente rimanere impressi nella mente di chi osserva e, in particolare, il messaggio che il logo vuole trasmettere viene veicolato in modo più diretto ed efficace.

I due simboli che rappresentano il genere femminile sono uniti, quasi intrecciati, “donna per donna”, “da donna a donna”, a richiamare anche il nome dell’associazione “PerLeDonne”, ma soprattutto la sua finalità.

L’icona del genere femminile rappresenta una mano stilizzata, quella della dea Venere, che sostiene uno specchio.

Tramite l’utilizzo dei due simboli femminili, ho voluto trasmettere l’impressione di due donne che si tengono per mano e si sostengono nelle loro difficoltà.

Il profilo della donna inserito nel logo, con un tratto sottile e delicato, vuole simboleggiare l’animo femminile che è sensibile e che viene spesso ferito, ma qui trova forza nell’unione con un’altra donna.

Il cerchio del simbolo rappresenta uno specchio. Nello specchio del logo potremmo immaginare riflessa la realtà, a volte cruda, fatta di pregiudizi con i quali le donne si trovano a confrontarsi, ma che qui affrontano unendosi.

ANALISI COLORE

Ho scelto i classici colori che, nell’immaginario comune, abitualmente vengono associati alla donna. Ho utilizzato soltanto due tinte piatte, il magenta e il nero, per far sì che non si crei confusione nell’osservatore.

Il marchio può essere usato anche solo in modo figurativo (senza l’aggiunta del nome dell’associazione) in quanto il messaggio che vuole trasmettere richiama la finalità dell’associazione PerLeDonne: lo sviluppo di una cultura femminile per il riconoscimento dei diritti delle donne e per contrastare tutte le discriminazioni di genere e la violenza contro le donne.

Associazione Per Le donne Imola tinta piatta e monocromatico su bianco
Associazione Per Le donne Imola tinta piatta e monocromatico su nero
Associazione Per Le donne Imola riduzioni
Associazione Per Le donne Imola
Associazione Per Le donne Imola Mock up
Associazione Per Le donne Imola mock up biglietto da visita

COMUNICO ITALIANO – BRAND IDENTITY

COMUNICO ITALIANO – BRAND IDENTITY

Due rettangoli blue richiamano le torri di Bologna e, sullo sfondo, il rosone della chiesa più importante di Modena, la Ghirlandina.

Per il lettering “Comunico italiano”, ho scelto due font differenti: “comunico” più elegante e raffinato, con le grazie che uniscono e legano il tutto. “Italiano” è invece più semplice, con un lettering meno elaborato e riposto in secondo piano.

Nel marchio a colori ho scelto il blue per le torri, la scritta e il contorno del rosone e uno sfondo giallo chiaro, alternato a un giallo già scuro per dare profondità e spessore al logo.

Marchio Comunico Italiano
Comunico Italiano tinta piatta e monocromatico su nero
Comunico Italiano riduzione marchio
Immagine coordinata Comunico Italiano
Marchio Comunico Italiano

COMUNICO ITALIANO

BRAND IDENTITY

Project Details

Client Comunico Italiano
Date 2014
Skills Branding

Richiesta
Creazione del marchio Comunico Italiano per rappresentasse l’unione delle due Associazioni del settore grafico e della comunicazione presenti rispettivamente a Bologna, Associazione Arti Grafiche (2003) e a Modena, Associazione Poligrafici Modenesi (1970)

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi